TAR PUGLIA - SENTENZA 15.04.2022 N. 513

In ambito di una procedura di gara (secondo il criterio dell miglior rapporto qualità/prezzo ai sensi dell'art. 95, comma 2, D.Lgs. n. 50/2016), il giudizio formulato dalla commissione giudicatrice in ordine ai punteggi attribuiti alle offerte in seduta riservata, una volta esternato, è immodificabile. Può esser contestato, se ve ne siano i presupposti, con i consueti rimedi previsti dall’ordinamento, ossia per lo più a mezzo della proposizione di un ricorso giurisdizionale. Ma, non può ritenersi che esso sia nella disponibilità della commissione, tale da consentirle ad libitum la possibilità, in ogni tempo, di poterlo cambiare, frustrando in tal modo la stessa attendibilità del giudizio dato....
Leggi la sentenza integrale

 

Dove siamo

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.