TAR LOMBARDIA - SENTENZA 07.02.2022 N. 277

E' fondata la domanda di risarcimento del danno derivante da mancata aggiudicazione qualora il provvedimento di aggiudicazione sia stato annullato in s.g. in quanto illegittimo, per avere la P.A. appaltante ingiustificatamente attribuito il punteggio massimo alla maggior parte delle voci dell’offerta tecnica presentata dall’aggiudicatario, nonostante le numerose ed evidenti carenze del progetto definitivo da questi presentato, rispetto al progetto preliminare posto a base di gara, e nel caso in cui la stessa stazione appaltante abbia sbrigativamente disatteso l’istanza di annullamento in autotutela del concorrente classificatosi al secondo posto, e provveduto a rimodulare il piano economico dell’intervento e ad approvare il progetto definitivo revisionato, confermando l’aggiudicazione e omesso di esplicitare le ragioni di fatto e di diritto per cui ha ritenuto di non dover procedere alla rivalutazione dell’offerta della società risultata aggiudicataria. In tal caso, infatti, sussiste, tra gli altri elementi dell’illecito, il nesso causale tra il comportamento della P.A. appaltante e la compromissione del bene della vita nei confronti del concorrente secondo in graduatoria, individuato nell’esecuzione dei lavori di riqualificazione e di risanamento dell’opera pubblica appaltati...
Leggi la sentenza integrale

 

Dove siamo

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.