TAR LAZIO - SENTENZA 27.12.2017 N. 12692

E' legittimo in quanto sufficientemente motivato il provvedimento con il quale l’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni ha ingiunto alla RAI il pagamento di una sanzione pecuniaria, per violazione dell’art. 4, comma 1, lett. b, del D.Lgs. n. 177/2005, con riferimento ai contenuti di una puntata di un programma televisivo (una puntata del programma “Che Tempo che fa” del 10.05.2008) adottato perché, nonostante che il soggetto intervistato (il giornalista Marco Travaglio) dal conduttore del programma, riferendosi al Presidente del Senato, abbia espresso commenti e allusioni offensive e perciò lesive dell’onorabilità e della dignità della persona, il conduttore del programma (Fabio Fazio), durante l’intervista, andata in onda in diretta, non abbia messo in atto un apprezzabile tentativo di dissociazione, anche a nome dell’azienda televisiva, rispetto ai contenuti che venivano riferiti dall’intervistato, essendosi solo orientato, sia pure blandamente, a mitigare l’impatto delle espressioni offensive utilizzate dall’intervistato, e non giungendo pertanto ad integrare quella necessaria forma di inequivocabile dissenso che avrebbe potuto giovare alla RAI ricorrente ...
Leggi la sentenza integrale

Dove siamo

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.