CONSIGLIO DI STATO - SENTENZA 28.12.2017 N. 6135

In ambito di gare d'appalto per l'aggiudicazione di contratti pubblici, le specifiche disposizioni in materia (v. l’art. 86, comma 5 bis, d.lgs. 12 aprile 2016, n. 50; l’art. 79, comma 6, d.p.r. 5 ottobre 2010, n. 210; l’art. 40, comma 3, lett. b) d.lgs. 12 aprile 2006, n. 163), conducono ad affermare che l’impresa concorrente può vantare legittimamente il possesso del requisito tecnico-organizzativo, costituito dall’aver svolto lavori per un certo importo in una certa categoria, solo se è in possesso dei relativi certificati di esecuzione lavori, poiché in detti documenti contabilit si dà atto dell’avvenuta esecuzione in maniera regolare e con buon esito dei lavori, nonché del risultato delle contestazioni reciprocamente mosse dalle parti contrattuali in seguito all’esecuzione dei lavori, dovendosi ritenere inidonea allo scopo, di converso, la mera contabilizzazione dei lavori attraverso stati di avanzamento dei lavori ...
Leggi la sentenza integrale

Dove siamo

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.