CONSIGLIO DI STATO - SENTENZA 23.01.2017 N. 272

Il principio posto a base dell'art. 2 comma 1 bis del D.Lgs. n. 163 del 2016 in base al quale per favorire l'accesso delle piccole e medie imprese ai contratti pubblici, le stazioni appaltanti, ove possibile ed economicamente conveniente, devono suddividere gli appalti in lotti funzionali, non è suscettibile di applicazione vincolata bensì si pone come parametro generale di valutazione da adottare in base ai casi specifici. Tale principio, pertanto, regola l'esercizio di una facoltà discrezionale della Pubblica Amministrazione, imponendole di verificar la possibilità di suddividere gli appalti di grandi dimensioni in lotti, ma pur potendo sempre escludere tale soluzione ove sussistano valide ragioni di senso opposto. La decisione della Stazione Appaltante di non suddividere in lotti un appalto di fornitura del servizio di assistenza specialistica di odontoriatria presso i centri odontostomatologici, motivata con l'obiettivo di fornire la stessa qualità di servizio a tutti gli utenti, costituisce motivazione logica e come tale immune da vizi e censure ...
Leggi la sentenza integrale

Dove siamo

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.