TAR CALABRIA - SENTENZA 02.07.2019 N. 437

Lo strumento delle ordinanze contingibili ed urgenti messo a disposizione del Sindaco dall'art. 50 D.Lgs. n. 267/2000 ha la funzione di tutelare il bene supremo della pubblica incolumità per provvedere urgentemente all’eliminazione della situazione di pericolo, senza alcuna valenza di accertamento dell’eventuale responsabilità di chicchessia nella creazione dello stato di pericolo, non avendo tale strumento alcun valore sanzionatorio. In ambito di raccolta dei rifiuti, anche ai sensi dell'art. 191 D.Lgs. n. 152/2006, lo strumento delle ordinanze contingibili ed urgenti è utilizzabile ma il Sindaco può solo imporre al privato l’erogazione delle prestazioni nonostante la scadenza del contratto e persino in assenza del consenso da parte dell’impresa, ma non può anche imporre un corrispettivo per l’espletamento di quel servizio . ..
Leggi la sentenza integrale

 

Dove siamo

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Maggiori informazioni Ok