CONSIGLIO DI STATO - SENTENZA 24.06.2019 N. 4328

Nelle procedure pubbliche delle gare di appalto, l’incameramento della cauzione provvisoria e l’attivazione del procedimento di segnalazione all’ANAC costituiscono entrambe una automatica conseguenza dell'esclusione del concorrente, del tutto insuscettibile di sindacato discrezionale con riguardo ai singoli casi concreti, nonché insensibile a eventuali valutazioni volte a evidenziare la non imputabilità a colpa della violazione che ha comportato l’esclusione. Difatti la finalità dell’istituto risponde all'esigenza di responsabilizzare i partecipanti in ordine alle dichiarazioni rese, oltre che di garantire la serietà e l’affidabilità dell’offerta presentata...
Leggi la sentenza integrale

 

Dove siamo

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Maggiori informazioni Ok